Elettromiografia e Postura

Malocclusione dentale e postura: Kinelock, l’evoluzione dell’elettromiografia

By 3 Giugno 2019 Giugno 5th, 2019 No Comments

4T QuattroTi presenta KINELOCK, l’innovativo elettromiografo di superficie, per rispondere alle esigenze dei professionisti che si occupano di malocclusione dentale e postura.

kinelock elettromiografo di superficie

È sempre più evidente come il disallineamento tra arcata superiore e inferiore non generi solo problemi di natura odontoiatrica – quali difficoltà masticatoria, aumento del rischio di carie e problemi parodontali – ma anche estetici, gnatologici e posturali. Problemi che riguardano giovani, adulti e sportivi.

bite

Dall’analisi della clinica si evidenzia come le malocclusioni dentali possano influire negativamente sulla postura del cranio e del collo e, conseguentemente, sull’efficienza respiratoria e sulla capacità di bilanciamento del corpo, anche durante l’attività sportiva.

Nel paziente, l’origine di molti disturbi algici, spesso invalidanti, come la cefalea, la cervicale e la lombalgia, può risiedere nell’apparato stomatognatico.

Nello sportivo, le malocclusioni dentali possono impedire di esprimere il massimo potenziale, aumentando inoltre la probabilità di danni muscolari e articolari.

Riequilibrando l’occlusione anche con un bite, se perfettamente calibrato e bilanciato, è possibile ottenere un immediato beneficio in termini di reazione, resistenza e potenza.

Il bite compensa le alterazioni dell’occlusione ma, per essere efficace, deve essere perfettamente calibrato in base alle caratteristiche morfologiche e funzionali del paziente.

Un esame elettromiografico con Kinelock permette di verificare il bilanciamento occlusale e di certificare in maniera oggettiva la perfetta conformazione del bite.

Grazie al suo software Foremeter e ad uno specifico algoritmo, Kinelock elabora una strategia di intervento, indicando i quadranti dove occorre modificare il bite per ottenere l’equilibrio occlusale: un segno “+” indica l’esigenza di aumentare lo spessore del bite, mentre un segno “” indica l’esigenza di diminuirlo.

Il report prodotto dal software è di facile interpretazione e risulta un prezioso strumento di analisi, una guida pratica all’intervento di ottimizzazione del bite ed un mezzo di informazione per il paziente.

algoritmo fitbite kinelock elettromiografo

Un esame elettromiografico è affidabile solo se il segnale è prelevato correttamente. Kinelock utilizza gli innovativi elettrodi concentrici (CODE) che eliminano il rischio di falsi segnali poiché, a differenza degli elettrodi bipolari, in uso con i comuni elettromiografi, non necessitano di uno specifico posizionamento rispetto alle fibre muscolari.